Se vuoi segnalare un evento, puoi scrivere e inviare foto a: info@rossoambra.it

Quando la lonza è poca…. Miiinchia….

Se un giorno ti dovessi trovare con una confezione di 4 fettine di lonza di maiale sottilissime, prese per sbaglio al banco di macelleria di un supermercato, pensi: è il momento buono per incominciare la dieta!

Peccato che poi resti solo un pensiero!… Perchè finisco sempre nel rielaborare il tutto e le 4 misere fettine di lonza (190 gr in tutto per due persone) sono motivo per dare spazio alla creatività e si trasformano in due saltimbocca con speck, scamorza di Sorrento, e pomodori secchi.

Non essendo un cuoco di formazione o un esperto, parto sempre da ricette già esistenti per poi trasformarle in corso d’opera.

Quindi le mie trasformazioni della ricetta originale sono state due: la prima di cuocere il maiale sfriggendo uno scalogno e poi aggiungere del latte invece di rosolarlo in olio e aglio, la seconda di preparare da parte una crema di ceci al limone come accompagnamento e bilanciare un po’ la grassezza del maiale grazie a questa nota agrumata.

ecco gli ingredienti:

  • 4 fettine di lonza
  • due fette di scamorza 60 gr circa
  • 2 fettine di speck
  • 4-6 pacchette di pomodori secchi sott’olio
  • 80 gr di ceci sbollentati
  • succo di mezzo limone
  • un bicchiere pieno di latte
  • 1 scalogno
  • sale q.b.
  • olio q.b.

Preparato il piatto la domanda è stata: è mò ? cosa mi bevo ? …. (la mia coscenza risponde: ma non doveva essere l’inizio di una dieta?) rinchiusa la mia coscenza in una stanzetta buia, decido di bere sul piatto una birra artigianale invece del vino.

Avevo comprato allo stand siciliano dell’ International street-food Festival tenuto a napoli una Birra artigianale che non conoscevo incuriosito dal nome “Minchia” prendo la variante Tosta, una birra a bassa fermentazione che per circa 25 giorni viene fatta maturare a temperatura controllata.

Una birra di buon corpo ed adeguata luppolatura, una birra con una discreta dolcezza e calda grazie ai suoi 7.3 gradi alcolici.

birra_minchia_tosta

Una bella bevuta bilanciata dove non prevalgono tostature eccessive.

Bevuta sul piatto la birra non andava a coprire l’aromaticità del piatto ma forse non sposava bene per la nota dolce evidente che si portava dietro.

EllePairingStudy  (3 L su 5)

Buona Vita

Elle

(Visited 326 times, 1 visits today)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.