Se vuoi segnalare un evento, puoi scrivere e inviare foto a: info@rossoambra.it

Antica Masseria Scagnito, che posto! Che cucina!

Cosa fai a Pasqua? quest anno optiamo per il salento, terra per me sconosciuta (lo so non sono cool visto che questa parte d’italia è presa ormai d’assalto ogni anno da migliaia di turisti).
Scopro ed ho conferma da chi ci è gia stato che parliamo di una terra meravigliosa, piena di barocco, masserie e bagnata da un mare stupendo.
E poi nel salento si mangia davvero bene, dai prodotti della terra alla carne fino ad arrivare al pesce, specialmente quest’ultimo.

Prima di partire, oltre a stilare un programmino dei 4 giorni su cosa vedere e visitare, mi segno anche qualche ristorantino e masseria dove mangiare.
In cima alla lista c’è la Masseria Scagnito, avendo avuto la trasmissione di Alessandro Borghese come cassa di risonanza, mi riprometto di testarla con le mie papille.
Sono un po’ come San Tommaso sul cibo, mi fido dei “Guru” al 50% l’altro 50 lo raggiungo provando e giudicando in prima persona.





Siamo a Corigliano D’Otranto, immersa nella campagna c’è la Masseria Scagnito, architetturalmente parlando è un gioiellino, tutto in pietra viva e Tufo, Proprio come mi aspettavo fosse una classica masseria del salento.
Lo staff tutto molto giovane compreso la proprietaria Chiara, veniamo subito accolti con gentilezza e professionalità.
Chiara ci coccola da subito con delle verdurine del proprio orto in pastella, è tutto questo ad un “Rompiscatole” come me piace tantissimo.

Ordino subito il vino, si sa puglia terra di rosati, se non erro il primo rosato della storia vinicola italiana è stato imbottigliato e commercializzato in Puglia.

Dalla carta dei vini noto che la scelta della masseria è stata quella di inserire solo vini pugliesi, scelta coraggiosa e se vogliamo anche coerente con il messaggio che si vuole trasmettere.

Un consiglio che mi verrebbe di dare è quello di pur seguendo la logica delle sole cantine pugliesi, di ampliare la carta inserendo più realtà, ed introducendo qualche bollicina locale in più.




Il rosato che prendo è a base di negroamaro, fresco piacevole e abbastanza morbido, con un buquet, anche questo abbastanza complesso, dai sentori di rosa, e frutti rossi di bosco, avvolgente con una discreta persistenza.

Dopo aver letto il menù, come di consuetudine, decidiamo di prendere portate differenti per avere l’opportunità di assaggiare più portate ed avere una visione d’insieme più completa. Per iniziare abbiamo perso delle code di gamberi in pastella al sesamo e bocconcini di tonno limonato con crema di zucchine e yougurt: la frittura era asciutta e croccante e il tonno ci ha colpito per la freschezza e la cottura: una scottata veloce che ne ha esaltato il sapore, devo dire che il tonno ci ha colpito anche per la presentazione particolarmente accurata visto che erano stati usati anche dei piccoli fiorellini.

Come primo abbiamo optato per un “fuori menù”e cioè degli gnocchi al nero di seppia con frutti di mare e pesce spada e poi dei panciotti di melanzane e scamorza con filetti di pomodoro secco e scaglie di marzotica; tra i due primi quello che più mi ha colpito sono stati i panciotti perchè, anche se non sono amante della pasta ripiena, questa aveva un gusto deciso che mi ha conquistato, gli gnocchi erano soffici e di buona fattura dal sapore delicato.

Per secondo abbiamo provato un trionfo di mare al gratin con misticanza dell’orto, un piatto semplice ma fresco e leggero  per lasciare ancora un pò di spazio per il dolce. Per concludere abbiamo optato per un’ode al limone un dolce con una base biscottata e una riduzione di limone, gelato e accompagnato da una salsa ai frutti di bosco… devo dire davvero un “lieto fine” perchè anche questo piatto ci ha colpito per il sapore inusuale .




Come avete potuto capire la mia opinione è stata ottima: per l’accoglienza, la cura nella preparazione dei piatti e l’attenzione ai prodotti utilizzati; quindi se vi trovate in salento non lasciatevi scappare la Masseria Scagnito!

Questo il mio giudizio finale espresso in ForkHeart  da 1 a 5 sulle seguenti voci

Location ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small
Menù ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small  
Carta Vini/Birra ravoto_small ravoto_small ravoto_small    
Servizio ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small
Conto ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small ravoto_small

Buona Vita.

Indirizzo: Via Vicinale Padulana, 82, 73022 Corigliano d’Otranto LE
Telefono: 335 820 8294

(Visited 1.185 times, 1 visits today)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.