Se vuoi segnalare un evento, puoi scrivere e inviare foto a: info@rossoambra.it

Il contatto umano, l’aggregazione e la socializzazione potranno salvarci.

E’ cosa buona e giusta che colossi americani specializzati nell’e-commerce decidano di scendere in campo con negozi fisici nel settore food?
“La risposta è ….. Non lo so!” diceva in passato un comico che imitava un famoso giornalista e conduttore televisivo.
Fatto sta che Amazon ha acquistato una delle più grosse catene di negozi fisici di alimentari bio Whole Food, per la modica cifra di 12 mld di dollari.




Stiamo parlando di una catena di supermercati di fascia alta, con più di 450 punti vendita tra Stati Uniti, Canada ed Europa, che vende prodotti, anche locali, di elevata qualità a prezzi alti.

Questa cosa va un pò a cozzare con la filosofia di Amazon sui prezzi competitivi e l’efficienza nelle spedizioni, ma il colosso del commercio online conta proprio sui suoi punti di forza per abbattere la barriera tra fisico e digitale.

Infatti, l’idea è quella di applicare la tecnologia Amazon Go, già utilizzata in altri punti vendita, ovvero l’impiego di sensori per automatizzare il processo di monitoring di tutto ciò che finisce nel carrello ed eliminare il passaggio finale alla cassa.

In tal modo, si abbatterebbero notevolmente i costi di gestione dei locali commerciali e si utilizzerebbero sempre gli stessi punti vendita per il ritiro dello shopping online.




Questa azione intrapresa da Amazon sta spaventando molto non solo i vari competitor, ma anche piccole realtà locali specializzate nel BioFood che temono una globalizzazione del settore ed una espansione dominante del colosso.

Resta da capire se l’affare l’ha fatto Amazon, comprando un colosso che vende prodotti alimentari di alta qualità, oppure il fondatore di Whole Foods che ha venduto il suo impero fondato nel 1978, attualmente in difficolta economiche, per circa 12 mld di euro.

Spero solo che questo mostro a 10 teste non decida di espandersi fisicamente anche in Italia e che lasci vivere in pace le nostre piccole botteghe del buono, dove è ancora possibile trovare serenità di spirito, tradizione, calore umano e sincerità intellettiva.

(Visited 138 times, 1 visits today)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.